Introduzione al Canto classico Indiano

seminario teorico e pratico a cura di Laura Basso
con accompagnamento di tānpūrā (liuto indiano)

Seminario: introduzione al Canto classico Indiano

incontro a carattere teorico e pratico condotto da Laura Basso, con accompagnamento di tānpūrā (liuto indiano) suonato dal vivo, per imparare a conoscere meglio la propria voce ed esplorare il mondo musicale tradizionale dell'India.

data del seminario:
da definire (o su richiesta)

orario:
dalle 14.30 alle 17.00

sede del corso:
Arenzano (Genova)

docente:
Laura Basso

informazioni e iscrizioni:
Tel  335.8086069  (Francesca)
Scrivici

Introduzione al canto classico indiano

Le arti classiche legate al suono (canto, musica e danza), nella cultura indiana sono considerate non solo pratiche artistiche, ma anche percorsi spirituali e sono discipline basate sulla trasmissione orale del sapere, quindi sulla stretta relazione tra il maestro e il discepolo.

Nella formazione musicale indiana il canto occupa un posto di privilegio e si può affermare che tutta la musica indiana sia basata sul canto o ad esso faccia riferimento. Ha origini molto antiche, riconducibili al periodo vedico (II millennio a.C.), e uno sviluppo storico e geografico molto variegato.

Obiettivi del seminario

Lo scopo del seminario è fornire un'esperienza di studio della musica indiana basata sul metodo tradizionale di trasmissione orale, con particolare riferimento alle tecniche del dhrupad, che è considerato il genere classico indostano più antico.

Con l'accompagnamento del tānpūrā (liuto indiano utilizzato come strumento di bordone) suonato dal vivo, si sarà guidati ad affinare la percezione del suono nel corpo e a sperimentare le possibilità della propria voce naturale.

Destinatari

Il seminario è rivolto a praticanti di yoga e nāda yoga, musicisti e cantanti, attori e a tutti coloro che, pur non avendo esperienze specifiche in questi settori, desiderino conoscere meglio la propria voce o avere una prima introduzione al mondo musicale indiano.

È consigliato un abbigliamento comodo: la pratica si svolge scalzi e seduti a terra, utilizzando un tappetino e un cuscino. In alternativa, si può partecipare stando seduti su una sedia.

Programma

L'incontro ha una durata di circa due ore e mezza, durante le quali verranno introdotti i seguenti elementi teorici ed esercizi pratici.

Teoria: i concetti di rāga (modelli melodici), tāla (cicli rtimici) e rasa (sentimenti estetici); origine divina delle arti performative.

Pratica: esercizi fisici preparatori; tecnica di base; pratica di un rāga.

L'insegnante

Laura Basso si avvicina alla cultura indiana nel 1990 praticando yoga e successivamente effettua numerosi viaggi di approfondimento culturale in India.

Dal 1995 studia bhāratanāṭyam (danza classica dell'India del Sud); la maggior parte della sua formazione si basa sullo stile Kalakshetra ed è dovuta a Maresa Moglia, Monica Gallarate e Nuria Sala Grau (discepole di Krishnaveni Lakshmanan, direttrice dell'Accademia delle Arti di Kalakshetra, Madras, India). Frequenta numerosi stage di bhāratanāṭyam tenuti da artisti di fama internazionale, tra cui Ujwal Boole, Ragunath Manet, Paulomi Pandit, P.T. Narendran e Yamini Krishnamurti. Per il mohini attam (un altro stile di danza classica indiana) segue i seminari di Monica Gallarate. Si esibisce come danzatrice nell'ambito di manifestazioni artistiche, cerimonie religiose e conferenze.

Nel 2010 intraprende anche lo studio del dhrupad (canto classico dell'India del Nord) e successivamente si diploma, sotto la guida della Professoressa di canto Amelia Cuni, in Tradizioni musicali extraeuropee a indirizzo indologico presso il Conservatorio Arrigo Pedrollo di Vicenza, ottenendo il massimo dei voti.

Prosegue i viaggi di approfondimento in India, continuando la formazione in dhrupad con i maggiori esponenti del genere, Pandit Ritwik Sanyal (Professore di dhrupad vocale presso la Benares Hindu University) e i Gundecha Brothers.

Segue i seminari di canto khayal (un altro stile di canto classico dell’India del Nord) condotti dal Maestro Supriyo Dutta, e si interessa di nāda yoga.

Ha tenuto corsi di bhāratanāṭyam presso il Centro Culturale Mojud di Genova, di vocalità indiana presso l'Associazione "Il Limone Lunare" di Genova, e tiene seminari di teoria e pratica del canto e della danza indiana.

Per ulteriori informazioni e iscrizioni:
Tel  335.8086069  (Francesca)
Scrivici