Cucina Naturale e Ayurveda

Secondo l'Ayurveda, alla base della salute dell'individuo c'è un'alimentazione sana, naturale e bilanciata sulla base della costituzione individuale (Prakruti). L'Ayurveda insegna a comprendere il cibo e le sue proprietà, a riconoscerne le qualità e le caratteristiche, capire quali sono gli alimenti e il regime di vita appropriato

Ahara, la corretta alimentazione

Secondo l'Ayurveda, Ahara, l'alimentazione corretta, è alla base dell'equilibrio della Vita e indica l'appropriato nutrimento per ogni Dosha (energia). I Dosha secondo l'Ayurveda sono tre energie, Vata, Pita e Kapha, corrispondenti a Prana (flusso vitale), tejas (calore), ojas (struttura) e ai 5 elementi (vuoto, aria, fuoco, acqua e terra). Ogni individuo possiede una costituzione ayurvedica dove si combinano i Dosha e dei quali due predominano.

Durante la stagione fredda predomina il sistema respiratorio, al quale corrisponde l'organo dei polmoni.

Il nostro benessere psico–fisico necessita di calore come combustione nella stagione fredda e il consumo di alcuni cereali, spezie, semi, legumi, vegetali, ci permette di proteggerci e di riscaldarci aumentando il nostro fuoco gastrico (agni).

L'elemento Terra (prithvi), corrisponde al periodo invernale, durante il quale la Terra si impregna di Sali minerali.

Alimentazione e Ayurveda

Secondo l'Ayurveda, le costituzioni individuali si equilibrano e si sbilanciano seguendo il naturale cambiamento delle stagioni. Questi cambiamenti possono venire mitigati e armonizzati con corretti mutamenti nella dieta e nello stile di vita.

In inverno la capacità digestiva è accresciuta, a condizione che si sia in buona salute. La capacità di sopportare il freddo si concentra su agni (il fuoco gastrico) rendendolo più forte: questo è il momento in cui possiamo assumere cibi più pesanti e in maggiore quantità, e spesso ci troviamo a desiderarne di più proprio in questo periodo.

I cibi controindicati in questa stagione sono le bevande fredde e gli alimenti congelati. Questo è il tempo di mangiare cereali cotti caldi, in particolare riso e avena, zuppe, alimenti con elevato contenuto di proteine, legumi, infusi caldi, miele.

La stagione invernale porta spesso con sé un'abbondante produzione di muco come conseguenza di raffreddore, tosse e influenza. Anche se può apparire fastidioso, il muco denso che viene secreto dai polmoni in caso di raffreddore o tosse è un meccanismo di difesa che agevola le funzioni vitali: circondando batteri e virus il muco li ingloba e li tiene lontani dai tessuti sani, inibendone la diffusione e proteggendo così il corpo.

Ogni stagione è caratterizzata da uno o più elementi e Dosha predominanti. In autunno e in inverno è Vata a prevalere, e anche Kapa in inverno accresce la sua predominanza. Kapa Dosha costituisce la resistenza che ci permette di affrontare in misura adeguata questa stagione, ma sono necessarie al contempo le qualità di leggerezza e di movimento di Vata Dosha, e quelle di iniziativa e digestione di Pitta Dosha (che diventerà perdominante nel periodo estivo).

Kapa Dosha, in particolare, favorisce la crescita, rafforza l'immunità e la resistenza naturale, lubrifica le giunture, costituisce l'essenza dei tessuti connettivi, favorisce la guarigione, l'idratazione della pelle, rafforza la memoria e dona vitalità ai polmoni e al cuore.

Compito della cucina ayurvedica e chiave del suo scopo è ridurre il potenziale di aama, le tossine, e accrescerne l'assorbimento. La composizine delle ricette che prepareremo durante il corso è specifica nel favorire la digestione e migliorare l'assorbimento di questi principi.

Combineremo le verdure, che costituiscono la parte leggera (laghu) degli alimenti, con altri cibi più duri (kathina), densi (sandra) o pesanti (guru) e quindi più difficili da digerire.

La combinazione di proteine in ayurveda viene evitata, a eccezione dello yogurt che viene di solito aggiunto in piccole quantità per accrescere il gusto e l'assorbimento.

In Ayurveda i cibi più facilmente assimilabili sono i kichadi, cuore del sistema nutritivo e curativo ayurvedico, che consistono in uno stufato a base di riso basmati e moong pezzato, adatto per ogni costituzione. I kichadi assumono infinite varianti a seconda del tipo di erbe, di spezie e di verdure usate. È congigliabile consumarli freschi appena cucinati.

Le erbe selvatiche, le verdure di stagione, le spezie ayurvediche: preparazione e degustazione di un menù completo insieme ad Angela e Francesca

Laboratorio di Cucina Naturale

Le erbe selvatiche, le verdure di stagione, le spezie ayurvediche: preparazione e degustazione di un menù completo insieme ad Angela e Francesca   

Ahara Pariksha: consulti personalizzati per comprendere la propria costituzione e associare l'alimentazione e il regime di vita appropriato

Consulenza alimentare

Ahara Pariksha: consulti personalizzati per comprendere la propria costituzione e associare l'alimentazione e il regime di vita appropriato   

Corsi e seminari di Ayurveda ad alto valore professionalizzante: massaggio ayurvedico, Yoga, preparazione al parto, massaggio Shantala, cucina naturale

Corsi di Ayurveda e Yoga

Corsi e seminari di Ayurveda ad alto valore professionalizzante: massaggio ayurvedico, Yoga, preparazione al parto, massaggio Shantala, cucina